RichiestaPrenota
ChiamaRichiestaPrenota

IN VACANZA CON L’ARCHITETTURA, HOTEL DI DESIGN A MERANO

ARTE E CULTURA IN UN’ATMOSFERA SENZA TEMPO

Quando una struttura architettonica progettata alla perfezione, in grado di resistere a ogni moda, accoglie pregevoli opere d’arte, inserite armoniosamente, nascono soggiorni da sogno, che rimangono impressi nel cuore. “L’arte è la mia grande passione”: queste le parole del proprietario Hans Inderst che trovano un riscontro in tutti gli spazi interni e nel parco giardino. Qui, incontrerete noti artisti contemporanei, tra cui Luis Stefan Stecher, buon amico del nostro design hotel vicino a Merano, in Alto Adige.
Venite a farci visita e lasciatevi incantare da un’atmosfera autentica, nata dal connubio tra arte e architettura.

IL PROPRIETARIO HANS INDERST SARÀ LIETO DI FARVI FARE UN TOUR DEL MARLENA E DI FORNIRVI ANCHE INFORMAZIONI SU GALLERIE O MUSEI DEI DINTORNI!

Tra storia e modernità

ARTE AL MARLENA

La Stube, arredata dall’artista L. S. Stecher e la stanza “bunker” dei fratelli Inderst sono ideali per piacevoli soste. La storica cantina, invece, è adornata da antichi dipinti su legno di Rudolf Stolz. Il lussureggiante parco viene arricchito da sculture in metallo, legno e marmo, mentre un giardino zen fra cipressi e ulivi conferisce una nota di armonia al variegato ambiente. Il nostro design hotel è un luogo di arte e cultura, al passo con il mutamento dei tempi.

GLI ARTISTI AL MARLENA
RUDOLF BELLENZIER

1922 - 1990
Nato a Tecelinga presso Bressanone, figlio di una famiglia contadina, si dedicò agli studi della pittura con il Prof. Blask a Bressanone. Rudolf Bellenzier è un pittore e grafico molto versatile, che non ha mai rinunciato alla sua ricca personalità, facendone trasparire sempre nuovi aspetti. La sua peculiarità, ovvero la capacità di definire lo stile rappresentativo a partire dallo stato d’animo del momento, viene valorizzata soprattutto nella pittura a olio. Pertanto, un medesimo soggetto paesaggistico a volte può accendersi di un verde sgargiante fortemente espressionista, mentre altre si distende verso l’infinito in un delicato barlume madreperla di ispirazione impressionista. Nella sua produzione artistica confluiscono elementi di stili fortemente contrapposti. Ciò è confermato anche dalle due opere che si possono ammirare nelle Stuben del nostro design hotel.

MARCELLO JORI

NATO NEL 1951
L’artista meranese Marcello Jori è uno degli esponenti più significativi dell’arte moderna italiana. All’inizio degli anni Ottanta, volta le spalle alla propria concettualità, iniziando a “formare” colori. Il gioco con gli opposti lo spinge fino all’irrealtà: le prospettive non seguono più le leggi dell’ottica, né le ombre quelle della luce.
L’effetto dell’alogico nelle sue opere “vere” si rafforza particolarmente per la scelta di Jori di pitturare i suoi “edifici” su corpi in legno tridimensionali. I giochi di illusione si trasformano in una geometria doppia, spesso contraria. Ai calcoli della superficie dipinta si aggiungono le dimensioni reali del corpo e in questo modo il già elevato grado di impenetrabilità delle figure viene aumentato ulteriormente (recensione di A. Hapkemeyer).

HANS NOWAK

1922 – 1996
Hans Nowak scoprì la sua passione per la pittura già in gioventù. Dopo una prima esperienza alla scuola di arte di Bielefeld, dove conseguì sia la base accademica sia la perfezione tecnica che contraddistingue le sue opere, nel 1939 si trasferì a Monaco, dove visse, migliorò e lavorò insieme a colleghi pittori. Inoltre, sviluppò anche le sue conoscenze sulla produzione di colori da pigmenti in polvere e sui leganti, che si ritrovano nelle sue opere. Ci riteniamo fortunati a essere in possesso di un’opera di questo rinomato artista: la “Niederländische Landschaft” (it. paesaggio olandese), da ammirare nella Stube in cirmolo, è stato un regalo della famiglia Dr. Klaus Vogel e Stache in occasione del quinto anniversario dalla nascita del Marlena nel 1983.

THOMAS RISS

1871 – 1959
L’artista nativo di Stams in Tirolo si è fatto un nome soprattutto per i suoi volti espressivi. Soggetti della vita popolare tirolese o ritratti che fossero, Riss non dipingeva solo l’apparenza esteriore, ma coglieva anche l’essenza interiore, distinguendosi così dai fotografi. Quando Riss si accorgeva che il suo modello era diverso rispetto alla prima impressione, dipingeva il quadro una seconda volta. Le sue opere appaiono così incredibilmente vive e caratteristiche, che Riss nella prima metà del XX secolo divenne il ritrattista più importante del Tirolo, la cui fama superò i confini locali.

LUIS STEFAN STECHER

NATO NEL 1937
Nato nel 1937 a Lasa, in Val Venosta, vive a Marlengo, dove ha lavorato come artista e scrittore indipendente. Nel 1958 ha concluso i suoi studi di pittura all’Accademia delle Belle Arti di Vienna. Dal 1965, è membro dell’associazione Südtiroler Künstlerbund, dal 1978 del P.E.N.-Club Liechtenstein e dal 1981 della Südtiroler Autorenvereinigung. Nel 1968 ha ricevuto il premio Walther von der Vogelweide. Oltre a numerosi dipinti, che impreziosiscono diversi ambienti del Marlena, l’artista è stato incaricato da Hans Inderst di arredare la Stube Stecher con una serie di dipinti raffiguranti diversi volti espressivi.

ROBERT BOSISIO

NATO NEL 1963
Robert Bosisio, nato a Trodena. Dopo essersi diplomato alla scuola di grafica di Bolzano, ha studiato presso la Hochschule für Angewandte Kunst (Accademia di Arti Applicate) di Vienna. In passato ha avuto l’opportunità di soggiornare a Berlino e New York, mentre oggi vive e lavora a Trodena e Cluj (Romania).

ULTERIORI ARTISTI

Numerosi altri artisti adornano con le loro opere il Marlena, come ad esempio quelle di Ivo Mahlknecht e i quadri di Jörg Hofer, in cui troviamo materiali particolari quali polvere di marmo e pigmenti. Nelle zone comuni, nella cantina e nel parco sarete accolti dalle opere di rinomati scultori quali Bernhard Grassl e Ulrich Egger. Nella storica cantina, sono presenti anche antiche pitture su legno e dipinti del famoso pittore Albert Stolz, mentre la lounge, contraddistinta da un fascino senza tempo, è stata arredata in modo visionario alcuni decenni fa dall’architetto Oswald Zoeggeler. Due installazioni fotografiche dell’artista Johannes Inderst intitolate “Fauna” e “Apfelbaum” (it. melo) propongono un audace contrasto estetico-fotografico con le attuali possibilità espressive della Natura naturata.

Merano e dintorni